Microsoft Exchange Server 2016: Guida all’installazione – Parte 1/2

Dovendo installare Exchange Server 2016 per un cliente ne approfitto per scrivere questa guida, indicando i passi principali da seguire.

Questa nuova versione di Exchange può essere installata esclusivamente sui sistemi Windows Server 2012 e Windows Server 2012 R2 esclusa la modalità Server Core.

Per la guida sto utilizzando una macchina Windows Server 2012 R2.

Nella macchina dove si vuole installare il ruole Mailbox Server installare innanzi tutto il .NET Framework 4.5.2, e successivamente installare i Remote Tools Administration Pack usando il commando PowerShell:

Install-WindowsFeature RSAT-ADDS

come evidenziato in figura:

Remote Tools Administration Pack

Sempre tramite PowerShell possiamo installare i componenti di Windows necessari:

Install-WindowsFeature AS-HTTP-Activation, Desktop-Experience, NET-Framework-45-Features, RPC-over-HTTP-proxy, RSAT-Clustering, RSAT-Clustering-CmdInterface, RSAT-Clustering-Mgmt, RSAT-Clustering-PowerShell, Web-Mgmt-Console, WAS-Process-Model, Web-Asp-Net45, Web-Basic-Auth, Web-Client-Auth, Web-Digest-Auth, Web-Dir-Browsing, Web-Dyn-Compression, Web-Http-Errors, Web-Http-Logging, Web-Http-Redirect, Web-Http-Tracing, Web-ISAPI-Ext, Web-ISAPI-Filter, Web-Lgcy-Mgmt-Console, Web-Metabase, Web-Mgmt-Console, Web-Mgmt-Service, Web-Net-Ext45, Web-Request-Monitor, Web-Server, Web-Stat-Compression, Web-Static-Content, Web-Windows-Auth, Web-WMI, Windows-Identity-Foundation

terminata l’installazione dobbiamo riavviare il server:

Componenti aggiuntiviSuccessivamente dobbiamo scaricare e installare il Microsoft Unified Communications Managed API 4.0, Core Runtime 64-bit (240 MB).

Microsoft Unified Communications Manager API 4.0

In questa guida salteremo questo aspetto.

Possiamo quindi lanciare l’eseguibile contenuto nella ISO che provvederà a scompattare l’installazione in una directory e successivamente possiamo eseguire il file setup.exe.

Check for Updates

Nella pagina Check for Updates? scegliere se si vuole che l’installatore cerchi eventuali aggiornamenti tramite Internet oppure no, lasciamo fare la ricerca anche se in questo caso non verrà trovato nessun aggiornamento.

Downloading Update

Il setup proseguirà con la copia dei files:

Copying files

A questo punto siamo pronti per iniziare l’installazione vera e propria:

Inizializing setup

Introduction

A questo punto dobbiamo accettare la licenza d’uso:

License Agreement

e scegliere come gestire i settaggi relativi ai feedback:

Recommended Settings

Dopodiche dobbiamo scegliere quali ruoli installare nel server, nella maggior parte dei casi scegliamo il Mailbox role, e spuntiamo l’opzione Automatically install Windows Server roles and features that are required to install Exchange Server:

Server Role Selection

Fatto questo dobbiamo scegliere dove installare il programma:

Installation Space and Location

Nella maschera successiva ci viene proposto il nome predefinito per l’Organizzazione Exchange, salvo casi particolari è buona norma non modificarlo (anche perchè non potrà essere modificato successivamente):

Exchange Organization

e quindi scegliere se disabilitare o meno la scansione dei malware:

Malware Protection Settings

Il setup eseguirà l’ultimo controllo dei prerequisiti:

Readiness Checks

e se non ci sono errori l’installazione potrà finalmente iniziare:

Setup progress

Dopo circa 30 minuti il processo di installazione dovrebbe terminare e possiamo procedure con il riavvio del server:

Setup Completed

Dopo il riavvio possiamo verificare l’esito dell’installazione tramite la Exchange Management Shell con il commando:

Get-ExchangeServer | fl name,serverrole,admindisplayversion

Get-ExchnageServer

da cui si evidenzia la versione installata 15.01.0225.042.

A questo punto l’installazione di Exchange Server 2016 è terminate, nella prossima parte vedremo le configurazioni iniziale da eseguire per rendere il Sistema funzionante.

 

Parte 2

5 risposte a “Microsoft Exchange Server 2016: Guida all’installazione – Parte 1/2”

  1. Rimaniamo in attesa della seconda parte, complimenti per la prima, davvero ben fatta e molto chiara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *